Una Band in classe

L’idea era stata lanciata verso ottobre dalla prof. Bilancia che, scoperta la passione musicale di due nostri compagni di classe, aveva proposto che si esibissero per i loro amici.

Le nostre aspettative erano piuttostoIMG_0587 modeste, ma quando abbiamo visto l’attrezzatura professionale abbiamo cominciato a ricrederci.

I talentuosi musicisti ci hanno davvero sorpreso: ci aspettavamo una “strimpellata” un po’ stonata e invece…appena hanno iniziato a suonare è calato il silenzio.

Le nostre voci sembravano inadeguate ad accompagnare quegli accordi perfetti anche se le casse emettevano suoni molto coinvolgenti.

La cosa veramente sorpIMG_0581rendente, al di là del talento dei nostri amici, è che buona parte dell’attrezzatura di Jacopo era stata realizzata proprio da lui.

Insomma, complici il clima natalizio e vacanziero, l’atmosfera si è subito riscaldata e il piccolo concerto ci ha regalato momenti di grande emozione.

Bravissimi Jacopo e Damiano!

Lavinia III°Media

Annunci

é passato anche il 2014

Il 2014 ormai è concluso e serve un piccolo riepilogo, abbiamo affrontato vari argomenti tra i quali:

Lo sfruttamento minorile, è stato un argomento che ha toccato molto i nostri cuori, perché un po’ ci appartiene questa “battaglia”, noi vogliamo combatterla insieme perché “l’unione fa la forza”.

Malala, che  ricevuto il premio nobel per la pace, la ragazza che a solo 17 anni, ha avuto il coraggio di sconfiggere la paura che la frenava a dire la verità, la forza d’animo a parlare davanti alle persone più potenti al mondo senza nessun timore, ha dato un esempio e un’ ispirazione a molte ragazze e donne.

Energy Bits, questo concorso che ha ispirato noi ragazzi di II° media, a lavorare di squadra, tutti abbiamo espresso le nostre idee e alla fine abbiamo creato un video molto divertente, ma anche istruttivo.

http://www.energybits.eu/it/About.asp

abbiamo discusso di vari temi ma ho elencato quelli su cui ci siamo soffermati di più.

Voglio fare un ringraziamento speciale alla nostra professoressa di media education e anche gli altri docenti, che ci hanno donato alcune loro ore di lezione,

Livia II° media

#malala una di noi

Abbiamo intervistato il Nobel per la Paxce 2014, ecco cosa ci ha raccontato.

Chi è stata la persona che ti ha sparato?

La persona che mi ha sparato, fu uno dei talebani

dove i talebani ti hanno sparato?

i talebani mi hanno sparato nel lato sinistro della mia fronte

quando i talebani ti hanno sparato?

i talebani mi hanno sparato il 9 ottobre 2012

che pensi di loro adesso?

io solo posso pensare e sentire che non ho nessun tipo di odio per loro, e se io avessi una pistola nella mia mano non gli sparerei

perchè non gli spareresti?

perchè ho imparato ha sentire compassione

che senti ora dopo aver passato questa situazione?

mi sento delusa perchè non posso credere che in questo mondo esistano persone che abbiano questo incredibile livello di cattiveria

carolina,daniela,caterina

Buon Natale scuola Rossello!

 

natale2

Quest’anno gli addobbi natalizi sono stati fatti completamente con materiale riciclato e tanta fantasia! Grazie alla nostra Prof. di Arte e Tecnologia

E’ arrivato il magnifico periodo del Natale. Tutti insieme per festeggiare la nascita di Gesù! Questo è il mio periodo preferito, perchè posso passarlo con i miei cari!!! Ma la cosa fondamentale è che andiamo tutti in vacanza! Lasciamo i banchi di scuola…ma…i professori non si fanno dimenticare…infatti ci daranno i compiti per passare il Natale in loro presenza! Pensandoci bene però, un pò mi dispiace salutare i professori per le vacanze natalizie, perchè riempiono ogni giorno con le loro lezioni e le loro prediche ragionevoli e istruttive…Tutti i nostri professori hanno qualcosa di speciale nel loro carattere che ci mancherà durante queste vacanze…mi mancheranno anche i miei compagni con cui passo molto tempo e mi diverto molto…Ecco perché io vorrei augurare:

BUON NATALE e BUON ANNO NUOVO a tutta la scuola Rossello!!!

MERRY CHRISTMAS!!! FELIZ NAVIDAD!

L’esperienza di Energy Bits

La materia Media Education è una di quelle che ti insegnano a lavorare con i tuoi compagni in sintonia e ti offre nuove esperienze. Tra queste c’è quella del concorso Energy Bits: consisteva nell’ideare uno storyboard da mettere poi in pratica con un video sul tema del risparmio energetico e lo sviluppo sostenibile. Ci siamo divisi in vari gruppi (purtroppo però ci sono stati dei miei compagni che non hanno voluto partecipare per volontà propria) abbiamo ideato la struttura di un video e poi abbiamo provato a raccontarla e spiegarla.

Il mio gruppo (formato da altre mie compagne) è stato il più votato! Con l’aiuto della nostra preziosa professoressa abbiamo iniziato a girare e il nostro prodotto speriamo che abbia un buon risultato! Grazie a questa esperienza, ho imparato a lavorare in sintonia con i miei amici e di questo sono molto felice!!! Nell’impaziente  attesa sono ottimista! Grazie mille alla nostra prof. e ai miei compagni che si sono impegnati molto per avere un buon risultato!

Beatrice C. II Media

 

La mia intervista a Malala

Cara Malala sono una ragazza alla quale piacerebbe farle un’ intervista.
Malala come ti sei sentita a parlare qui oggi?

Sono molto contenta di aver parlato per qesta grande e importante organizzazione. Quello che mi hanno fatto i talebani è molto brutto, ma non sono qui per parlare di questo , sono qui
per chiedere ai paesi più avanzati economicamente ed industrialmente un’ istruzione anche per i paesi più in difficoltà come il mio, perchè non c’ è cosa più importante dell’ istruzione.

Nel tuo discorso ai accusato i talebani di averti sparato perchè non hanno frequentato la scuola, perchè credi questo?

Credo questo per un motivo molto semplice, se i Talebani avessero avuto un’ istruzione,  avrebbero avuto anche un’ educazione, e se una persona è educata non compie azioni molto gravi come sparare.

Cosa hai pensato quando l’ ONU ti ha chiesto di venire a parlare qui? E cosa hai provato nel vedere molti giovani qui per te?

Quando ho saputo che l’ ONU voleva che io andassi a parlare per loro ho provato una bellissima sensazione; ho capito che il mondo forse non va così male come pensavo e vedere davanti a me molti giovani mi ha fatto riflettere sul fatto che loro sono il nostro futuro e che loro possono cambiare il nostro mondo.
Arianna