Malala e la sua “lotta” per i DIRITTI

-Giornalista:   Salve, Malala, dopo il suo discorso a Ban Ki-moon come si sente?

– Malala:   Mi sento molto sollevata, spero di essere riuscita a trasmettere il mio messaggio.

-Giornalista:   Ci vuole coraggio a combattere i terroristi, soprattutto per una sedicenne  come lei…Ha paura?

-Malala:   Sono i terroristi a dover avere paura di me, anzi…di noi! Siamo in tantissime a lottare per i nostri diritti, per i diritti di ogni bambina di essere istruita! Con una penna e un libro possiamo sconfiggere i terroristi!

-Giornalista:   Parla delle penne e dei libri come se fossero armi.

-Sono contraria alla guerra, ma le penne e i libri in un certo senso sono “armi”… ci pensa, secondo lei un gruppo di studenti possono combattere un gruppo di terroristi?

-Giornalista:   Mi sta facendo riflettere…lei ha ragione! Grazie malala, alla prossima.

-Malala: Grazie a lei e ricordate, una penna e un libro possono cambiare il mondo! Arrivederci!

scritto da: Lorenzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...