L’astensione dalla minaccia o dall’uso della forza nei rapporti internazionali

Quest’articolo enuncia che:

“Gli stati membri devono astenersi nelle loro relazioni internazionali dalla minaccia o dall’uso della forza, sia contro l’integrità territoriale o l’indipendenza politica di qualsiasi Stato, sia in qualunque altra maniera incompatibile con i fini delle Nazioni Unite”.

Purtroppo l’enunciato di questo decreto ancora oggi non viene applicato da tutti gli stati membri dell’Onu. Ad esempio nel 2014 nella capitale della Cambogia, Phnom Penh, una rivolta da parte degli operai che chiedevano un aumento salariale è stata repressa con il ricorso alla violenza da parte della polizia militare. Questo gesto da parte delle forze dell’ordine ha portato alla morte di 4 manifestanti e molteplici feriti.

Manifestazione in Cambogia Manifestazione in Cambogia

Un altro avvenimento più recente che ha richiamato in qualche modo l’attentato alle Torri Gemelle sono gli attacchi terroristici di Parigi. Dopo gli avvenimenti il presidente ha dichiarato che la Francia combatterà l’Isis come fosse Hitler non dichiarando, però, che a differenza di Hitler l’Isis è un nemico “invisibile”e bombardando le sue presunte postazioni uccidendo migliaia di civili si uccide solo forse qualche jihadista. Pertanto, sarebbe meglio evitare l’utilizzo degli aerei poco precisi e sfruttare le truppe di terra che possiedono un armamento migliore rispetto ai terroristi. Così facendo si potrebbe evitare l’inutile strage di innocenti ed andare piuttosto a colpire i bersagli nemici.

Questa è la nostra idea riguardo all’emendamento dell’Onu.

Elio, Michela, Chiara e Claudio

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...