“Le parole fanno più male delle botte”: il cyberbullismo

il Corriere della Rossello

Cyberbullismo è una parola che, purtroppo, oggi sentiamo pronunciare spesso: al telegiornale, alla radio, a scuola… Il significato di cyberbullismo è abbastanza semplice: si tratta di bullismo svolto però nel mondo del web. Non è così semplice, però, tutto ciò che si nasconde dietro ad esso e le conseguenze su chi ne è vittima.

Internet è ricco di opportunità, una fonte dell’informazione enorme ed abbastanza attendibile, ma molto spesso si può trasformare in un “luogo” pericoloso. Infatti molti ragazzi sfruttano il web, attraverso il quale possono essere anonimi, per sentirsi più forti ed insultare altri coetanei con parole orribili o con foto utilizzabili come ricatto.

Sono tantissime le vittime di cyberbullismo che hanno ricevuto insulti e minacce tramite i Social Network.

Fino a qualche tempo fa il cyberbullismo veniva sottovalutato, ma ora, purtroppo, è diventato un fenomeno sempre più diffuso. Una parola può ferire molto più di uno…

View original post 452 altre parole

UNA LEGGE CONTRO IL CYBERBULLISMO

Il cyberbullismo si manifesta soprattutto su i social. Si tratta di persone che vogliono mettere in cattiva luce coloro che si ritrovano davanti allo schermo; spesso lo fanno per gelosia o per insicurezza ma a volte si esagera e da uno scherzo può nascere un atto illegale…per esempio la privacy che viene molte volte  violata e che causa danni mortali.

cyberbullismo-mcg

Questa foto rappresenta come le persone vengano minacciate e insultate davanti a uno schermo totalmente innocuo…

L’iter legislativo, per ottenere l’approvazione di una legge è un processo che è composto da tre fasi:

1- Fase dell’iniziativa.

2- Fase della discussione e della votazione.

3- Fase della promulgazione e della pubblicazione.

Queste votazioni, promulgazioni e discussioni vengono fatte prima nella Camera dei Deputati e dopo nella camera dei Senatori. Stiamo ancora aspettando la legge sul cyberbullismo ma sappiamo che è a buon punto. Per ora possiamo fornirvi questi dati:

 -“Bullismo, Censis: ne è bersaglio il 52,7% degli adolescenti. Ma i genitori minimizzano” Osservatorio Cyberbullismo – La Repubblica, http://osservatorio-cyberbullismo.blogautore.repubblica.it/

Abbiamo incontrato due ragazze, Laura e Giorgiache  hanno espresso la loro idea di cyberbullismo dicendoci che per loro questi atti di violenza fisica e emotiva sono azioni che la gente compie per invidia, cattiveria e divertimento.

 

Camilla,Massimiliano,Giuseppe

 

Fai la tua parte per un web migliore

La campagnia Generazioni Connesse ha creato questo video in collaborazione con il ministero per lanciare un messaggio: “Umiliare qualcuno è sempre sbagliato e non divertente,farlo su internet è da vigliacchi”. Queste parole vogliono trasmettere un significato profondo: il rispetto per gli altri anche sul web. Il web dovrebbe essere un posto sicuro dove ci si può confrontare , invece molto spesso viene usato come mezzo di insulti e di provocazioni che possono anche portare a fatti spiacevoli. Un altro problema è che gli insulti, la maggior parte delle volte, sono fatti da utenti anonimi che non presentano il loro nome e lo fanno con un’ identità sconosciuta; si permettono di insultare senza neanche avere il coraggio di dire chi sono,e questo è quello che dice la frase usata nel video creato dal ministero dell’istruzione “insultare su internet è da vigliacchi”. Per un’ulteriore sicurezza bisogna stare anche molto attenti a chattare con persone sconosciute, perchè non sai mai chi puoi trovare dall’altra parte dello schermo.

Risultati immagini per immagini cyberbullismoRisultati immagini per immagini cyberbullismo

La vita non è sempre come la si desidera, alcune volte possono succedere fatti spiacevoli che nessuno vorrebbe mai vivere,la giornata del safer internet day ci spinge ad affrontare queste situazioni poco gradevoli con lo spirito giusto e ci dimostra tutte le complicazioni che si possono trovare sul web.

link video:  https://youtu.be/WABcC1_6Qkw

Raffaele , Alessandro, Giorgia , Matilde