L’energia dell’amicizia attraverso gli storyboard: le fasi del lavoro!

gruppo3

gruppo 3

gruppo2

gruppo 2

storyboard1a

gruppo1 a

storyboard1b

gruppo 1 b

storyboard1c

gruppo 1 c

storyboard1d

gruppo 1 d

Ecco alcuni degli story board creati per il video che ha partecipato al concorso Energy Bits Video Chalenge. Ancora complimenti all’Energia dell’Amicizia!

Cliccate sulle immagini per ingrandirle!

gruppo 2° secondaria

Annunci

é passato anche il 2014

Il 2014 ormai è concluso e serve un piccolo riepilogo, abbiamo affrontato vari argomenti tra i quali:

Lo sfruttamento minorile, è stato un argomento che ha toccato molto i nostri cuori, perché un po’ ci appartiene questa “battaglia”, noi vogliamo combatterla insieme perché “l’unione fa la forza”.

Malala, che  ricevuto il premio nobel per la pace, la ragazza che a solo 17 anni, ha avuto il coraggio di sconfiggere la paura che la frenava a dire la verità, la forza d’animo a parlare davanti alle persone più potenti al mondo senza nessun timore, ha dato un esempio e un’ ispirazione a molte ragazze e donne.

Energy Bits, questo concorso che ha ispirato noi ragazzi di II° media, a lavorare di squadra, tutti abbiamo espresso le nostre idee e alla fine abbiamo creato un video molto divertente, ma anche istruttivo.

http://www.energybits.eu/it/About.asp

abbiamo discusso di vari temi ma ho elencato quelli su cui ci siamo soffermati di più.

Voglio fare un ringraziamento speciale alla nostra professoressa di media education e anche gli altri docenti, che ci hanno donato alcune loro ore di lezione,

Livia II° media

L’esperienza di Energy Bits

La materia Media Education è una di quelle che ti insegnano a lavorare con i tuoi compagni in sintonia e ti offre nuove esperienze. Tra queste c’è quella del concorso Energy Bits: consisteva nell’ideare uno storyboard da mettere poi in pratica con un video sul tema del risparmio energetico e lo sviluppo sostenibile. Ci siamo divisi in vari gruppi (purtroppo però ci sono stati dei miei compagni che non hanno voluto partecipare per volontà propria) abbiamo ideato la struttura di un video e poi abbiamo provato a raccontarla e spiegarla.

Il mio gruppo (formato da altre mie compagne) è stato il più votato! Con l’aiuto della nostra preziosa professoressa abbiamo iniziato a girare e il nostro prodotto speriamo che abbia un buon risultato! Grazie a questa esperienza, ho imparato a lavorare in sintonia con i miei amici e di questo sono molto felice!!! Nell’impaziente  attesa sono ottimista! Grazie mille alla nostra prof. e ai miei compagni che si sono impegnati molto per avere un buon risultato!

Beatrice C. II Media

 

Energy Bits Video Challenge: Abbiamo detto la nostra sull’Energia! :))))))))))))))))))))))))))))))

Il progetto Energy Bits è stato molto divertente e impegnativo per la nostra classe. Ci siamo divertiti a pensare, montare e a girare il video. Secondo noi il progetto è molto intraprendente, ma allo stesso tempo molto utile per dei ragazzi come noi. In certi punti del progetto è stata dura (come nel momento dello storyboard ) ma poi ci è subito piaciuto perché abbiamo iniziato a girare i video. La nostra classe si è divisa in 4 gruppi, in cui ognuno si occupava di un argomento.

Il primo si occupava del risparmio energetico: hanno intrapreso un progetto molto intrigante ed educativo, io non facevo parte di questo gruppo ed all’inizio non pensavo che fosse un argomento così interessante perché la loro organizzazione mi aveva suscitato dei dubbi, ma .il loro motto era “Yes we can”


Ma come al solito “non si giudica un libro dalla copertina”, infatti il loro progetto una volta completato, a detta di tutti, è un ottimo progetto.

Anche il mio gruppo,che si occupava del riciclo all’inizio ha avuto dei problemi, per questo, per completare il nostro video c’è voluto più di un mese, finché io e qualche altro mio compagno abbiamo detto “basta”e così ci siamo riuniti per finire il video una volta per  tutte, il nostro video si chiamava “Save the world”


Ci sono stati  molti altri video venuti da tutta Europa (Grecia, Spagna, Germania, Francia, Belgio, Slovenia, Repubblica Ceca, Gran Bretagna) ma secondo noi, senza farcene un vanto, i video che ha realizzato la  IIA potrebbero anche vincere il concorso.

Tanti saluti dal giornalino della scuola Rossello.
MARTINO, ALESSANDRO ,FEDERICO.