COME CAMBIA IL MIO RAPPORTO CON IL CELLULARE D’ESTATE

Durante l’estate Il mio rapporto con il cellulare è molto diverso rispetto all’inverno.

Sia che sto in città nella mia casa al mare non sono impegnato con la scuola o lo sport, quindi esco e mi vedo con i miei amici.

Durante l’inverno le giornate sono più corte, fa freddo e dopo aver finito i compiti non mi dispiace stare a “chattare” con qualche amico con il cellulare.

D’estate lo scopo del cellulare è completamente diverso; lo porto con me solo la sera quando vado a prendere un gelato con i miei amici così i miei genitori possono rintracciarmi in qualunque momento.

Naturalmente, anche se in maniera molto moderata, lo utilizzo per mantenere i contatti con i miei compagni di scuola o mandare un saluto a qualche amico.

Concludo che il mio cellulare l’estate è più utile ai miei genitori che a me !!!!!

 

 

Il mio rapporto con i media d’estate

Se mi fermo a pensarci mi accorgo che il mio rapporto con i media ( televisione, i-pad, cellulare etc) d’estate è davvero diverso rispetto al resto dell’anno. In vacanza le attività da fare, i nuovo divertimenti, lo sport all’aria aperta sono distrazioni molto più interessanti che spesso non mi lasciano altro tempo durante l’arco della giornata !!!L’unica eccezione è forse legata al cellulare grazie al quale a fine estate mi sono tenuto aggiornato su tutte le evoluzioni del calcio mercato e ho scambiato con alcuni miei amici qualche foto dei momenti più significativi delle nostre belle vacanze. Per andare a prendere il gelato e per cominciare ad essere un pochino più indipendente i miei genitori alcune volte hanno consentito a me e mio fratello di uscire da soli per le strade del paesino di mare dove abbiamo passato l’estate e per poter comunicare con loro se avevano necessità di chiamarci avevo con me il mio cellulare. Per il resto devo dire che non ho sentito la mancanza della tecnologia !!! il mare il sole e gli amici mi hanno fatto scordare tutto il resto!!!!!

Edoardo – II media

COME CAMBIA D’ESTATE IL MIO RAPPORTO CON I MEDIA?

Devo dire che quest’anno sono stata molto con il mio telefono nel periodo in cui sono rimasta a Roma; ma, fortunatamente, a Luglio ed Agosto non ci sono stata quasi per niente, perché sono andata al mare con la mia famiglia ed ho pensato più a giocare con i miei amici che a stare su Whatsapp o su YouTube.

Inefetti stare con gli altri e conoscere nuove persone è stato proprio bello!

Abbiamo giocato sulla spiaggia, a carte, a nascondino, abbiamo chiacchierato… eravamo proprio un bel gruppo!!!

Sono proprio contenta di aver trovato nuovi amici e di non essere stata sempre incollata ad uno schermo, infatti spesso si tende a stare con i media ed ad ignorare tutto quello che si può fare senza di essi, come giocare all’aria aperta, leggere, divertirsi, ma nel vero senso della parola! Insomma dobbiamo regolarci perché sennò rischiamo seriamente di diventare degli animali asociali!

Ricordatevi sempre che ciò che veramente è divertente non è stare con il telefono, guardare un video o messagiarsi, bensì stare con gli altri e giocare con loro, chiacchierare con loro e vivere momenti specialissimi, che ci ricorderemo per sempre.

 

Alice

Come cambia il mio rapporto con i media in estate ?

Quest’estate ho cercato di usare meno i media  come il mio telefono e il computer, perché ho capito che è solo uno spreco di tempo. In estate cerco di stare all’aria aperta a giocare con i miei amici a pallavolo, beach tennis, ping pong e comunque fare nuove esperienze e nuove amicizie. Penso , infatti , che non bisogna sprecare delle bellissime giornate di sole per stare con il telefono quando è possibile  fare molte altre cose  più importanti che mi ricorderò per tutta la vita. Il telefono è solo un oggetto mentre, le amicizie, i viaggi, i colori, i profumi, il mare, sono esperienze e ricordi che nessuno mi porterà mai via.

Elena

In estate come cambia il mio rapporto con i media?

L’estate sta finendo e ripensando a come è andata mi sono reso conto che durante la stagione estiva il mio rapporto con i media è migliorato.

In estate,infatti, uso molto di meno il cellulare o i video giochi, perché mi diverto di più a giocare con la mia famiglia e con i miei amici.

Penso che l’estate distolga a tutti l’attenzione dai media e ci apra a nuove esperienze; per esempio io ho fatto nuove amicizie. Una di queste con un ragazzo turco con il quale mi sono impegnato a parlare in inglese.

Ora che è quasi finita la vacanza ho capito che non solo con i media ci si diverte ma anche giocando con amici a giochi ognuno del proprio paese.

 

Tommaso