Il trattato di Parigi (1951)

Il trattato di Parigi è un trattato “multimediale” chiuso, firmato il 18 aprile 1951 a Parigi ed entrato in vigore il 23 luglio 1952.

Il “mercato comune”, previsto dal contratto, venne inaugurato il 10 febbraio 1953 per il carbone e il 1 maggio seguente per l’ acciaio. Il trattato aveva una durata di 50 anni ed ha avuto termine il 23 luglio 2002 .

La CECA (comunità europea del carbone e dell’ acciaio) successivamente divenne parte dell’Unione Europea. I paesi firmatari furono: Italia, Paesi Bassi, Belgio, Germania Ovest, Lussemburgo e Francia.

Questo trattato diede alla libera circolazione del carbone, del ferro e dell’acciaio, senza diritti doganali né tasse.

Il trattato si divide in quattro sezioni:

  1. istruzione dell comunità Europea, del carbone e dell’acciaio
  2. istruzioni comunitarie
  3. disposizioni economiche e sociali
  4. disposizioni generali

Il trattato costitutivo della CECA è alla base delle attuali istituzioni dell’Unione Europea, infatti delinea le istituzioni comunitarie istituendo:

  • un’alta autorità che è l’organo esecutivo CECA, composto da nove membri in carica per sei anni
  • un’assemblea, di 78 membri nominati dai rispettivi parlamenti
  • un consiglio dei ministri, composto da 6 membri dei governi nazionali e la presidenza è esercitata a turno da ciascun membro per una durata di tre mesi
  • una corte di giustizia composta da 7 membri, nominati di accordo comune dai governi degli stati, che stanno in carica per sei anni.

Quindi la CECA è nominato il vero e proprio organo nazionale con potere di decisione e pone le basi della nascita nell’Unione Europea (UE).

Il trattato è stato modificato più volte, ad esempio ogni volta che un altro paese entrava a far parte della comunità, oppure quando venivano fatte modifiche di tipo finanziario.

Con un allegato al trattato di Nizza viene disposto il trasferimento delle attività della CECA alla comunità Europea. L’allegato è un protocollo relativo alle conseguenze finanziarie del trattato CECA e al fondo di ricerca carbone ed acciaio.

Elena e Gregorio